FORGOT YOUR DETAILS?

agorà – l’incontro

Ho pensato a qualcosa che, come la donazione del sangue, non rimanesse un
oggetto fine a se stesso, ma avesse una sua utilità; quindi non una semplice statua, ma una panchina, qualcosa che si usa, si condivide, che tiene le persone vicine per parlare tra loro.
Donare è una filosofia di vita, una scelta di solidarietà che abbraccia la vita del
mondo. Quindi ha almeno quattro elementi:
il sangue: le due gocce che formano la struttura della panchina. Sono due, ma è un unico pezzo: il sangue che si dà è lo stesso che si riceve;
la solidarietà: le due mani che abbracciano e tengono unito il dare e l’avere, ma
anche il fatto che la struttura sia una panchina che crea un circolo (l’agorà) dove condividere tempo e pensieri;
la vita: l’albero della vita stilizzato, di cui il sangue è la radice. Le foglie richiamano la forma della goccia, perché la solidarietà dà frutti della sua stessa specie;
la scelta personale: i quattro colori della teoria della personalità, che caratterizzano l’albero della vita, ci fanno capire chi siamo nel confronto con gli altri e i motivi
profondi delle nostre azioni.
Sarebbe bello se i quattro elementi dell’albero fossero orientati con i quattro punti cardinali: sarebbe un quarto elemento (l’universalità), perché la donazione è una ricchezza che appartiene a tutto il mondo.
La panchina può essere in cemento, così non ci sono problemi di manutenzione,
mentre l’albero può essere fatto di qualunque materiale che mantiene il colore nel tempo.

13

113