FORGOT YOUR DETAILS?

il cavaliere

Ho sempre visto chi dona il sangue come un cavaliere.

Il cavaliere è un uomo d’onore che cerca di rendere servizio al più debole piuttosto che cercare la gloria personale. Allo stesso modo il donatore, con un anonimo e nobile atto, sa che una parte di se contribuirà a salvare un altro essere umano.

Un donatore è un cavaliere che si appresta a difendere o aiutare qualcuno che non si conosce, a cui non si è legato. Nessuno lo obbliga, ma l’animo nobile e gentile lo porta a fare ciò, perché sa che è la cosa giusta.

Un cavaliere è gentile e umile così come chi dona decide di farlo in modo gratuito e libero.

Questi sono i principali motivi per cui credo che i donatori di sangue meritino di essere rappresentati con un cavaliere.

Nei miei bozzetti ho raffigurato il cavaliere in posizione gloriosa con buonaparte del viso coperto, per rappresentare l’anonimato. La sua spada è un ago a farfalla con cui avviene il prelievo; il suo scudo è una sacca di sangue di tipo 0 RH-.

Ho pensato che la statua potrebbe essere costruita in marmo con un’altezza pari a circa 2,5 metri: la costituzione e l’altezza dell’uomo sono rappresentati in scala 1:1 ma questi si trova su un piedistallo a forma di roccia.

5

129