FORGOT YOUR DETAILS?

l’atto umano

L'opera è
denominata “L'ATTO UMANO”, un titolo semplice per un'azione che dovrebbe essere
ritenuta tra le più semplici che conosciamo, tra le più istintive, innate.

L'opera raffigura due umani, il primo è in piedi che con una mano tiene in alto una brocca, dalla quale cade il suo sangue che va a sciogliere una struttura sferica. Da quest'ultima, vediamo sorgere una seconda figura che viene liberata dalla sua condizione precedente. Il fatto che il sangue sia proprio della figura in piedi, è sottolineato dalle vene del braccio accentuate e molto in rilievo. Ho preferito raffigurare la mia opera tramite “elementi umani” piuttosto che tramite un'opera astratta perché in questo modo il messaggio è diretto, chiarissimo. Arriva subito e bene ad un pubblico di qualsiasi età; è facilmente riconoscibile e non bisogna accingerci ad interpretare un qualcosa di ermetico (fase in cui molte persone, spesso i giovani, perdono interesse per il soggetto). Le misure sono quelle di un umano più alto della media (1,90m per la fig. in piedi), che rappresenta la grandezza dell'atto. Le altre misure sono state specificate nel bozzetto. Per quanto riguarda i materiali, ho pensato di poter realizzare le figure umane (e la brocca) in bronzo, pietra o calcestruzzo. Invece il sangue e la struttura sferica potrebbero essere di un materiale trasparente come la vetroresina (colorata di rosso per il sangue). Nel caso le figure siano in bronzo, la struttura (sferica della prima variante) potrà essere in pietra.

4

142