FORGOT YOUR DETAILS?

un dono senza identità

La forma del Dono
Il monumento si articola in due parti: tre forme stilizzate a voluta ricurva verso il centro rappresentano simbolicamente i donatori, lo sforzo corale e comune che tutti gli iscritti all’Avis mettono in pratica. Le gocce uniscono le tre figure principali creando una trama simboleggiante, l’attività dell’Avis, il sangue elemento essenziale per l’esistenza donato a tutti.
La stilizzazione volumetrica delle forme si è resa necessaria per rappresentare il donatore anonimo, senza distinzione di sesso o genere, ceto sociale, colore della pelle o età.
Il basamento che sorregge il monumento è in cemento, il diametro di 260 cm, alto 35 cm, in modo da permettere una seduta, col fine di promuovere la relazione tra i cittadini.
Sopra al primo basamento si appoggia un elemento cilindrico in acciaio, con un diametro di 190 cm, dal quale si dipartono tre figure e gli elementi in tondino rosso che costituiscono la statua, che complessivamente misura 185 cm in altezza.
Il materiale scelto per rendere le figure riflettenti è l’acciaio, può essere facilmente lucidato riuscendo a mantenere a lungo questa finitura, ne derivano effetti luminosi molto intensi coerenti con il tema del monumento: ogni passante può rispecchiarsi nell’opera fisicamente ed emotivamente. L’ ambientazione è ipotizzata in Piazza Vittorio Veneto, luogo centrale della vita sociale, in cui avvengono gli incontri dell’Avis, o nel Parco dell’Oliveta, molto frequentato.

80

481